Language


Ing. Angelo Omodeo

L'Ing. Angelo OMODEO, laureatosi nel 1899, già nel 1902, delineava un piano di utilizzazione delle risorse idrauliche dell'Eritrea.

Il suo nome rimane legato ad opere che, nel tempo in cui furono ideate, segnarono una tappa od un primato importante della tecnica idraulica:

  • Gli impianti idraulici del Brasimone e del Corfino (le 2 prime dighe importanti costruite in Italia);
  • Gli impianti idroelettrici della Sila (1906);
  • I laghi artificiali del Tirso e Coghinas, il primo dei quali, a suo tempo il più importante d'Europa, porta anche il suo nome: Lago Omodeo;
  • Gli impianti del Lys, del Moncenisio, della Bormida e del Valla in Piemonte; dell'Aveto-Trebbia in Liguria, del Serchio in Toscana e del Tronto nelle Marche; del Belice in Sicilia e molti altri tra i quali un progetto per la regolazione del Lago Maggiore (1922).

Imponente à anche la sua attività svolta all'estero, soprattutto dopo la prima guerra mondiale.

  • IN SCOZIA : Lo schema di utilizzazione idraulica dei Grampiani
  • IN BELGIO : Gli impianti idraulici di Malmedy
  • IN FRANCIA : Gli impianti di Ardèche, la grande centrale del Truyère ed un importante impianto nei Pirenei francesi
  • IN SPAGNA : Sistema di impianti sul Rio Segre e del Noguera Pallaresa e l'impianto del Rio Mijares
  • IN PORTOGALLO : Gli impianti sul Rio Zezere ed altri minori
  • IN EGITTO : L'utilizzazione delle acque del Nilo (uno dei più ampi progetti a cui si sia dedicato)
  • IN ALBANIA : Numerosi studi sulle possibilità idrauliche del Paese
  • IN U.R.S.S : Invitato dal Governo Sovietico, creava nel 1931 un importante ufficio tecnico che per circa sei anni collaborava allo studio ed alla realizzazione della maggior parte degli impianti idroelettrici e dei sistemi di irrigazione e di bonifica previsti in quel Paese
  • IN INDIA : Un impianto idraulico nel meridione del Paese
  • IN CINA : Un progetto per la sistemazione del fiume Giallo ed altri fiumi minori
  • NEL BENGALA : Un progetto di massima per le irrigazioni idrauliche.